CHI NON DEVE PAGARLA
L’imposta di soggiorno NON è dovuta:

- dai residenti nel Comune di Jesolo;
- dai dipendenti, diretti e indiretti, delle strutture ricettive alloggiati nelle medesime;
- da chi soggiorna nel periodo compreso tra il 01 ottobre al 31 maggio;
- da chi ne è esentato ai sensi dell’art. 4 del Regolamento approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 27 del 27 marzo 2014:


a. i minori fino al compimento del dodicesimo anno di età;
b. i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio di competenza dell’ULSS 4 “Veneto orientale”; in ragione di un accompagnatore per paziente;
c. il personale appartenente alla polizia di Stato e locale, alle altre forze armate, nonché al corpo nazionale dei vigili del fuoco che soggiornano per esigenze di servizio;
d. coloro che alloggiano nelle strutture ricettive per far fronte a finalità strettamente istituzionali, turistiche e sociali del Comune di Jesolo;
e. i volontari che nel sociale offrono il proprio servizio in città, in occasioni di eventi e manifestazioni organizzate dall’Amministrazione Comunale, Provinciale e Regionale o per emergenze ambientali;
f. gli autisti di pullman, partecipanti e accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati ed i singoli componenti degli stessi. Ai fini della presente esenzione, per gruppo organizzato si intende il gruppo composto da almeno 20 persone con viaggio organizzato mediante pacchetto turistico predisposto da organizzatore professionale con unica prenotazione e che alloggia nella medesima struttura ricettiva, salvo circostanze eccezionali che giustifi chino il ricorso a diverse strutture;
g. i portatori di handicap e le persone non autosufficienti, con disabilità certificata ai sensi della vigente normativa regionale e/o nazionale del paese di provenienza e il loro accompagnatore.
h. le persone sottoposte a dialisi presso le strutture sanitarie del territorio di competenza dell’ULSS 4 “Veneto orientale”.

L’applicazione dell’esenzione di cui alle precedenti lettere, con esclusione della lettera f), è subordinata alla consegna, da parte dell’interessato al gestore della struttura ricettiva, di apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa ai sensi del DPR N. 445/2000 e ss.mm.ii. L’esenzione prevista alla lettera f) è subordinata alla compilazione di un modulo che riporta i nominativi delle persone del gruppo, il periodo di soggiorno e l’organizzatore.